stilearte

lunedì 29 dicembre 2014

EVOLUZIONE


la mente è il pennello con cui si dipinge la realtà.

io  devo...
io   posso...
io  sono.


... è facile amare qualcun altro, ma amare ciò che sei, quella cosa che coincide con te,  è esattamente come stringere a sé un ferro rovente, ti brucia dentro ed è un vero supplizio...

amare in primo luogo qualcun altro,  è una fuga da se stessi, di cui godiamo soltanto se ne siamo capaci...ma non possiamo sempre fuggire, prima o poi dobbiamo fare ritorno alla nostra interiorità   e rispondere alla domanda:  sono capace di amare  ?
Carl Gustav Jung



tecnica mista su tela
60x80
2014

collezione privata


Nessun commento:

Posta un commento